Assistenza FRITZ!Box 7390 - Banca dati informativa

Assistenza FRITZ!Box 7390

Scaricare il certificato del FRITZ!Box e importarlo sul computer

Ogni FRITZ!Box dispone di un certificato individuale generato dal FRITZ!Box stesso per l'accesso all'interfaccia utente da Internet tramite HTTPS e per l'accesso ai contenuti della memoria NAS tramite FTPS.

Dal momento che il certificato del FRITZ!Box non è noto né a un ente di certificazione né alla gestione certificati locale del computer, il browser mostra un avviso di protezione quando si prova ad accedere al FRITZ!Box. L'avviso di protezione indica solo che il browser non può verificare l'autenticità e l'integrità del FRITZ!Box. Anche se il browser identifica la connessione come non sicura, l'accesso all'interfaccia utente del non rappresenta alcun rischio per la sicurezza!

È possibile evitare che venga visualizzato l'avviso di protezione del browser scaricando il certificato individuale generato dal FRITZ!Box stesso e importandolo nella gestione certificati del computer.

Nota:Tutte le indicazioni sulle funzioni e le impostazioni in questa guida fanno riferimento al FRITZ!OS attuale del FRITZ!Box.

1 Scaricare il certificato

Se si utilizza solo Safari o Google Chrome su computer con macOS, non è necessario scaricare il certificato generato dal FRITZ!Box. Se si utilizza Windows, Linux o Mozilla Firefox, è necessario scaricare il file del certificato:

  1. Cliccare nell'interfaccia utente del FRITZ!Box su "Internet".
  2. Cliccare nel menu "Internet" su "Abilitazioni".
  3. Cliccare sulla scheda di registro "Servizi FRITZ!Box".
  4. Cliccare su "Scaricare certificato" e salvare il file con il certificato sul proprio computer.

2 Importare il certificato

Importare il certificato del FRITZ!Box nella gestione certificati del computer oppure del browser, se il browser utilizzato dispone di un proprio archivio per i certificati:

Nota:Se si accede da Internet al FRITZ!Box con diversi computer, è necessario importare il certificato su tutti i computer.

Windows 10 / 8 / 7

I browser Google Chrome, Microsoft Edge e Internet Explorer utilizzano la gestione certificati di Windows. Importare pertanto il certificato del FRITZ!Box nella gestione certificati di Windows:

  1. Accedere al pannello di controllo di Windows:
    • Windows 10 / 8
      • Premere contemporaneamente sul tasto con il simbolo di Windows e sulla X e cliccare nel menu contestuale su "Pannello di controllo".
    • Windows 7
      • Cliccare in Windows su "Start" e poi su "Pannello di controllo".
  2. Cliccare nel menu "Pannello di controllo" su "Rete e Internet".
  3. Cliccare su "Opzioni Internet" e poi su "Contenuto".
  4. Cliccare su "Certificati".
    • Si apre la finestra "Certificati".
  5. Cliccare nella finestra "Certificati" sulla scheda di registro "Autorità di certificazione radice attendibili".
  6. Cliccare su "Importa...".
    • Si apre la finestra "Importazione guidata certificati".
  7. Cliccare nella finestra "Importazione guidata certificati" su "Avanti" e poi su "Sfoglia" e selezionare il file con il certificato del FRITZ!Box ("boxcert.cer").
  8. Cliccare su "Avanti", ancora una volta su "Avanti" e infine su "Fine".
    • Si apre la finestra "Avviso di sicurezza".
  9. Cliccare su "Sì" nella finestra "Avviso di sicurezza".
  10. Cliccare su "OK" per terminare l'importazione guidata certificati.

macOS

I browser Google Chrome e Safari utilizzano l'archivio dei certificati dell'accesso portachiavi di macOS. Importare pertanto il certificato del FRITZ!Box nell'accesso portachiavi:

  1. Accedere con Safari al FRITZ!Box da Internet, ad esempio tramite myfritz.net.
  2. Cliccare nella finestra "Safari non può verificare l'identità del sito web [...]" su "Mostra certificato".
  3. Attivare l'opzione "Fidati sempre di [...] quando ti connetti a [...]" e cliccare su "Continua".
  4. Inserire la password del proprio account utente macOS e cliccare su "Aggiorna impostazioni".

Linux

  • Importare il certificato del FRITZ!Box nella gestione certificati del computer oppure del browser, se il browser utilizzato dispone di un proprio archivio per i certificati.

    Nota:Per informazioni sull'importazione di certificati consultare la documentazione oppure rivolgersi direttamente al produttore della distribuzione Linux o del browser.

Mozilla Firefox

Firefox non utilizza la gestione certificati di Windows, macOS oppure Linux, ma utilizza una propria memoria per i certificati. Importare pertanto il certificato di Windows nella "Gestione certificati" di Firefox:

  1. Cliccare in Firefox sul pulsante (Apri menu) in alto a destra.
  2. Cliccare su "Opzioni" e poi su "Avanzate".
  3. Cliccare sulla scheda di registro "Certificati".
  4. Cliccare su "Mostra certificati".
    • Si apre la finestra "Gestione certificati".
  5. Cliccare nella finestra "Gestione certificati" sulla scheda di registro "Autorità".
  6. Cliccare su "Importa..." e selezionare il file con il certificato del FRITZ!Box ("boxcert.cer").
  7. Cliccare su "Apri".
  8. Attivare l'opzione "Dai fiducia a questa CA per l'identificazione di siti web" e cliccare su "OK".
  9. Cliccare su "OK" per salvare le impostazioni.